05/01/2011 - SARTOGO MONICA PORTA ALL'ALDO MORO PALUZZA IL 1░ TITOLO ITALIANO DEL 2011 NELLA VERTICAL SKI ALP DEL NEVEGAL (BL)
INDIETRO

Mercoledì 5 gennaio 2011, le nevi del Nevegal (BL) hanno assegnato i titoli tricolori di scialpinismo, dove nelle categoria assolute Dennis Brunod e Francesca Martinelli si sono laureati Campioni Italiani nella specialità Vertical.

 

Grande soddisfazione anche per i colori dell’Aldo Moro Paluzza che grazie a MONICA SARTOGO ha vinto il titolo Italiano Master Femminile.

 

In gara tra i maschi con un’ottima performance, uno dei leader dello skialp in casa Aldo Moro, MARIO SCANU, che si è classificato al 10° posto assoluto.

Pur ottimo il risultato, bisogna ricordare che Mario si è alzato alle ore 3.30 del mattino per andare al lavoro. Lavoro che ha terminato alle ore 14.00 per poi mettere gli sci sotto ai piedi e volare nei top ten d’Italia.

 

Da menzionare per la bravura, l’età giovane (23 anni) e il buon piazzamento anche i nostri atleti DELLA MEA GIUSEPPE e MEIZINGER PAOLO, rispettivamente 28° e 32°.

 

Bene anche PIO MORO sempre dell’Aldo Moro piazzatosi al 43° posto assoluto e 9° dei master.

 

Il tracciato di gara, anche se è stato modificato rispetto al percorso originale si è dimostrato all'altezza per l'assegnazione di titoli italiani. Quando il sole iniziava a scendere sull'orizzonte, dal Ristoro la Grava sono partiti i giovani, per loro, rispetto ai senior un percorso ridotto. Per tutte le categorie quindi solo salita, 530 metri per i cadetti, 710 metri per i senior.

 

I responsabili dello sci club Dolomiti ski-alp hanno fatto partire alle ore 15 i senior, alcuni minuti prima erano partiti gli junior. Dennis Brunod, Friedl Mair e Alessandro Follador si sono subito incaricati di tirare il gruppo. Il valdostano è arrivato al primo cambio assetto in leggero vantaggio, ma prima di partire per affrontare il tratto a piedi i due inseguitori avevano annullato il gap. Brunod ha aumentato il ritmo e ha provato a staccare Mair e Follador, al cambio successivo gli automatismi di Brunod sono perfetti e la vittoria diviene sempre più concreta.

 

Il valdostano sale con un ritmo impressionante, Mair prova a stare incollato al battistrada, ma Brunod è veramente imprendibile. Dennis Brunod chiude la sua gara con il tempo di 25.40. Mair è secondo con quaranta secondi di ritardo, sale sul terzo gradino del podio il bellunese Alessandro Follador.

Mair, terminata la gara non si è fermato per il consueto controllo materiali e i giudici gli hanno inflitto una penalità di cinque minuti che lo ha fatto retrocedere sino alla ventiseiesima posizione.

La classifica vede quindi Alessandro Follador secondo e Filippo Righi terzo, primo tra gli Espoir.

 

Per quanto riguarda la gara femminile Francesca Martinelli (sc Alta Valtellina) non ha grossi problemi a tenere a debita distanza la friulana Jennifer Senik e Francesca Rossi. La bormina, anche se non è nel periodo di forma migliore, taglia il traguardo posto sopra il Rifugio Bristot in 32.47.

Con il suo tempo riesce a rifilare alla Senik oltre un minuto e mezzo di ritardo. Francesca Rossi dello sci club Ponte nelle Alpi è terza, 35.28 è il suo tempo.

 

Domani mattina (6 gennaio) sempre nei pressi del Rifugio Bristot partirà alle 9 la staffetta, in palio sempre i titoli italiani.

 

Per l’Aldo Moro Paluzza in gara due staffette:

 

SCANU MARIO

MEIZINGER PAOLO

MORASSI ALESSANDRO

 

LOZZA IVAN

ALBANO SALVATORE PAOLO

DEREANI BENIAMINO

 

Allegate classifiche.